lunedì, maggio 02, 2005

ADVERSUS HAERESES VI

Giocare a fare il Papa è antica usanza diffusissima un tempo nei Seminari Minori come oggidì negli ambienti laici digiuni di un minimo di cultura ( non dico fede!) religiosa.
Se lo studentino ginnasiale Eugenio Pacelli in una recita scolastica impersonò il Cardinale Rampolla, ciò non vuol dire che poi da grande si diventa Sommo Pontefice per davvero. Soprattutto se, dall'epoca in cui si era un simplicissimus papaboy dell'epoca di Paolo VI, negli ultimi tempi si ha tacitamente ABIURATO la Fede Cattolica!

Ribadisco:non ne faccio una questione di devozione, trovo meschino che un ex (lo spero!) dirigente dell'Azione Cattolica che ha mutato idee ed ideali, misconosca o faccia finta di misconoscere la coerenza intrinseca della dottrina della Chiesa Cattolica.

Tombolini non fà critiche costruttive o sferzante ironia: ha solo abbandonato "la sana dottrina" e non in campo morale ma spirituale! Dalla lettura del suddetto post desumo la cosa per me raccapricciante - ma per lui ideologicamente coerente - che egli fonda l'appoggio alla campagna referendaria per il diritto alla "libertà" di ognuno di gestirsi gli embrioni come più gli aggrada, sull'assunto metafisico che l'uomo non può distinguere tra il Bene ed il Male, ovvero non possiede il libero arbitrio

E comunque andare in giro a postare che papa Montini intellettualmente era un nano, più che eresia è insania mentale!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Bravo! e poi dicono che i blogger sono tutti omologati..
gm

edi ha detto...

come al solito, sempre più acuto della media. :-)