mercoledì, luglio 25, 2007

Il terzo miracolo di Benedetto XVI


“I musulmani sono liberi di cambiare religione perché la fede è una questione esclusiva tra l’uomo e Dio”. Lo ha dichiarato il Gran Muftì d’Egitto Ali Gomaa sul 'Muslim speak forum' della rivista americana 'Washington Post-Newsweek': "Chi cambia religione compie peccato dal punto di vista dell'Islam e rispondera' a Dio nel giorno del giudizio, ma non puo' essere punito dalla giustizia terrena a meno che questa scelta non rappresenti una minaccia alle fondamenta della societa".

1 commento:

magisamica ha detto...

Mi pare veramente una bellisima dichiarazione. Buona giornata.