sabato, luglio 22, 2006

Teologia di Base

ovvero: Le Confessioni (di una mente pericolosa)

Il quarantaduenne attore e regista Giulio Base si è imposto al vasto pubblico italiano come regista di fiction a sfondo religioso sulla vita dei santi come Padre Pio con Michele Placido, Maria Goretti e -il mai abbastanza deprecato!- San Pietro interpretato da Omar Sharif.

Giulio Base ha sempre umilmente decantato una sua particolare competenza, in materia di riduzione per il piccolo schermo della storia sacra, grazie ai suoi studi teologici che si sono in fin conclusi laureandosi in data 7 luglio 2006 presso il Pontificio Istituto Patristico "Augustinianum" retto, appunto, dai padri agostiniani, e di cui è preside padre Robert J. Dodaro, che è anche stato relatore della tesi, che il teologo Base -bontà sua- ha dedicato proprio al Santo di Ippona.
Titolo della tesi "Il tempo e la memoria in Sant'Agostino".

Il novello teologo, che possiede anche una "statale" laurea in Lettere, ha la ventura d'essere maritato con madama Tiziana Rocca, la pierre forse più famosa d'Italia, la quale essendo l'Istituto Patristico quasi attaccato al colonnato di piazza San Pietro, non ha resistito alla tentazione di festeggiare la pontificia laurea del consorte con un mondano cocktail party sulle terrazze dell'austera università agostiniana con vista panoramica sul cupolone.
A tutti gli intervenuti al sacro convivio è stata regalata la tesi di laurea in volume preziosamente rilegato.

1 commento:

magisamica ha detto...

Linko questo post nel mio blog "magisamica.splinder.com". Saluti.