venerdì, febbraio 09, 2007

La Teologia dell' Informaticizzazione



«Salvare», «convertire», «giustificare»: alcune delle parole chiave dell’informatica rivelano una parentela sorprendente con la tradizione biblica. Che non è soltanto di superficie.

Ovvero: una "Summa teologica del web" partorita dall'operosa meditazione dell' Eccellentissimo Monsignor Teologo Bruno Forte Archepiscopo Teatino.

[Avvenire; giovedì 8 febbraio 2007]

4 commenti:

Pandreait ha detto...

Monsignor Bruno...è sempre più FORTE !
disse di sè:

"Sono Bruno Forte, sono un teologo, un professore di Teologia e come vedete un sacerdote. Ma chi sono veramente? Sono un "mendicante del cielo", vorrei dire con le parole di Jacques Maritain, un uomo che ha un orecchio incollato alla terra per coglierne le germinazioni nascoste e un orecchio in ascolto del cielo"

Duca De Gandia ha detto...

Brunone, sei dell'omiletica il padrone,
Brunone
Brunone.
Brunone! scrivo tomi teologici a profusione
e ne faccio collezione
Brunone
Brunone.
Sono sempre ricercato,
per diquisir delle dottrine più bislacche
perché sono nell'episcopato
amico del Pontefice Razzinghe
diverrò un Forte cardinalone…
Brunone
Brunone!

Pandreait ha detto...

Ci sarà un Napoletano al Laterano ?

Ruini ormai conta le settimane.....

Duca De Gandia ha detto...

Ruini dovrà lasciare la presidenza della CEI e non è detto che lasci contemporaneamente anche la carica di Cardinale Vicario di roma "in spiritualibus":)))
Comunque sia, non provo ambascie per la succesione a Ruini