giovedì, aprile 26, 2007

ADVERSUS HAERESES, XI


Alle ore 17:12 del 20/04/2007 sulla prima pagina di Televideo Rai appare la notizia: "Papa, abolito ufficialmente il limbo
Il "limbo" è stato abolito ufficialmente dalla Chiesa. Oggi è stato pubblicato un documento della commissione teologica internazionale, approvato dal Papa, afferma che il tradizionale limbo, il luogo dove i bambini non battezzati vivono per l'eternità senza comunione con Dio, riflette una visione eccessivamente restrittiva della salvezza."

Stupice il clamore che un documento di una commissione teologica può suscitare in noi uomini e donne mondani e carnali che solitamente poco ci curiamo dei nostri eterni destini!

Ad un estremo ci sono dei patetici cattolici "progressisti" che si son compiaciuti per un ulteriore nuovo "passo avanti" della Chiesa beandosi al pensiero che tra ottocento anni la Chiesa potrà anche mutare la dottrina ufficiale sulla pillola e sul preservativo; dall'altro i cattolici e i non cattolici (oltre ai cattolici distratti) che pensano che è stato abolito il Limbo tout court e quindi d'ora in poi dovrà essere considerata una fola la post mortem discesa di Cristo al Limbo.

Poi oltre a pochi analisti laici intelligenti ci son quelli per cui l'abolizione del dantesco "castello degli spiriti magni" è l'ulteriore prova provata che il papa non è infallibile e che la fede cattolica una fandonia.
Mi aspetto ti trovare quanto prima fresco di stampa un nuovo libercolo di Piergiorgio Odifreddi dal titolo "Perchè non possiamo essere lambiti dal Limbo" in cui il razionalista illuminato, usando il più puro metodo scientifico, smaschererà tutte le menzogne della Chiesa cattolica indicando punto per punto i passi in cui la dottrina cattolica si è distaccata da ciò che invece ha scritto Dante Alighieri della Divina Commedia.

(Avrei voluto nei giorni scorsi e vorrei adesso scriverne molto più diffusamente -e mi auguro di farlo prima o poi- ma per alcune settimane questo blog dovrà... "riposare nel seno di Abramo")

1 commento:

Renato ha detto...

Gentile blogger,
accanto al mio più vivo apprezzamento per quanto scrivi, ti segnalo 1) l’averti linkato nel mio blog e 2) l’averti citato nel post odierno.
Cari saluti. E torna presto.
Ipo (http://www.iperhomo.splinder.com/)